Larysa Ryaboshlyk - Artlara

artlara
Larysa Ryaboshlyk • Artista contemporanea
artlara
Vai ai contenuti
BENVENUTI

Io non dipingo

ciò che vedo...

...ma ciò che ho visto
Il mio ritorno alla pittura
L'arte è vita. L'arte mi dà la possibilità di ritrovare un senso alle cose, e come restituire all'essere umano attraverso l'arte un'anima, vale a dire una cultura autentica in quanto manifestazione di quella volontà primaria di esprimere e dare compimento. Si può dire che arte e vita coincidono, perchè è proprio la tensione costante e irrisolta tra forma e vita che creano lo spazio che appartiene all'arte. Questa vita autentica è chiamata "anima", non solo nel senso di interiorità soggettiva che, opponendosi al vivere puro e semplice, cerca invece di ricongiungersi alla propria pienezza, ossia ritrovare una "forma" sensata. Nell'impossibilità di trovare nella vita una "forma" definitiva, atemporale, in grado di offrire autenticità e restituire così un'anima all'essere umano, il conflitto che vede protagoniste l'anima e la vita si risolve esclusivamente nel prodotto umano dell'arte. È soltanto l'arte che può manifestare in qualche modo nel tempo un'essenza sottratta al tempo: se cioè la vita non trova più una forma, diventa allora decisiva la forma che l'arte riesce a imprimere alle sue opere. La forma intesa come composizione è dunque il concetto indispensabile per comprendere l'arte. Faccio della vita un'opera d'arte per dare forma alla mia interiorità e come disse Gabriele D'Annunzio "Bisogna fare della propria vita come si fa un'opera d'arte. Bisogna che la vita dell'essere umano d'intelletto sia opera di lui. La superiorità vera è tutta qui".

La pittura è

più forte di me:

mi fà fare

tutto ciò che vuole
Per me l'arte del dipingere è come respirare in aperta natura dove immergermi e allontanarmi dalla realtà quotidiana, è per me una forma di vità, un modo ricreativo per rinascere. Si rinascere perchè tutto quello che mi passa per la mente di dipingere e riesco poi a dare forma dove non c'è. Passeggiare, osservare, essere immersa nella natura mi spinge sempre a inziare a dipingere perchè trovo sempre ispirazione e intuizione per la bellezza sempre diversa, quando sotto i tuoi occhi si manifestano meccanismi alchemici quando insieme si fondono e generano l'accostarsi di forme e colori. Inizio a dipingere per dare forma dove non c'è e mi chiedo: come posso dare forma e rappresentazione delle cose che vedo nella mia mente e che sono in costante mutamento? Comè creare un processo e una sostanza della mia visione della forma da creare che deve presentarsi agli occhi di chi guarda, una forma fluida in modo che sia  impossibile guardare due volte nello stesso modo. Guardano le mie opere vedo che sono una sorta di natura mentale su cui ho proiettato tutte le mie sensazioni, visioni, sogno e ricordi; dove le forme riempiono il vuoto tra vita e anima, tra l'armonia di colori e forme che definiscono lo spazio che ha riempito il vuoto e chi guarda venga attratto su un qualcosa che sembra che già hanno visto, ma non osservato, dove con questo sguardo tutto abbia di nuovo inizio in una dimensione visiva della forma rappresentata in una nuova dimensione.
© COPYRIGHT 2021 ARTLARA | ALL RIGHT RESERVED | PRIVACY POLICY E COOKIE
DICHIARAZIONE
_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________
© COPYRIGHT 2021 ARTLARA  |  ALL RIGHT RESERVED | PRIVACY E COOKIE  
DICHIARAZIONE  
_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________
© COPYRIGHT 2021 ARTLARA  |  ALL RIGHT RESERVED
_______________________________
Torna ai contenuti